Affrontare la parte tecnica della SEO

Che tu sia un principiante o un esperto, l’aspetto tecnico della SEO può essere difficile da affrontare in modo strategico: ci sono così tanti problemi che potrebbero influenzare le possibilità del tuo sito web di raggiungere posizioni di alto livello. Questo post, ti guiderà su come dare le priorità iniziando con i problemi che hanno l’impatto maggiore sul modo in cui ti presenti nei risultati di ricerca.

Quali problemi hanno un maggiore impatto sul tuo posizionamento in classifica?

Un approccio diretto per capire quali problemi avranno un impatto maggiore sul posizionamento è quello di capire gli obiettivi della parte SEO tecnica.

Gli obiettivi:

  • Scansione e indicizzazione;
  • Interpretazione;
  • User Experience.

Quando esegui un audit per problemi tecnici SEO, puoi pensare a ciascun elemento identificato con il crawler come elemento associato a uno o più obbiettivi sopra indicati. Ricorda, prima che un motore di ricerca possa fornire punti per la user experience, deve essere in grado di eseguire la scansione e indicizzare i tuoi contenuti.

  1. I motori di ricerca riescono a trovare i tuoi contenuti?

 Magnifying glass

Prima di ogni altra cosa, il motore di ricerca deve essere in grado di trovare i contenuti del tuo sito. Garantire che i motori di ricerca possano eseguire la scansione e indicizzare il contenuto del tuo sito web è il primo passo verso un buon posizionamento nei risultati di ricerca organica.

Assicurati che il tuo contenuto includa i seguenti elementi:

Sitemap e Robots.txt 

Una sitemap (un file XML contenente un elenco di URL sul tuo sito) aiuterà i motori di ricerca a comprendere la struttura del tuo sito web e quali pagine dovrebbero avere la priorità nella scansione. Il robots.txt è la prima cosa che verrà analizzata dai motori di ricerca e darà informazioni a questi ultimi su quali pagine scansionare e quali no. Sia la sitemap che robots.txt ti aiutano a scegliere in maniera più efficiente (anche in termini di budget) le pagine con più altra priorità per l’indicizzazione.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare:

  • txt mancante
  • Sitemap mancante
  • Pagine non incluse nella mappa del sito.

Non impedire ai motori di ricerca di eseguire la scansione o l’indicizzazione dei tuoi contenuti 

Indipendentemente dal fatto che un tag sia stato applicato per errore o che tu non sia a conoscenza del fatto che il contenuto dei frame viene visualizzato come una pagina vuota dai motori di ricerca, i team web possono impedire ai motori di ricerca di eseguire la scansione e l’indicizzazione dei contenuti se non prestano attenzione.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare:

  • Pagine con frames o iframes;
  • Pagine senza tags;
  • Pagine senza indice di meta tags.

Links e reindirizzamenti 

I motori di ricerca eseguono la scansione dei contenuti web utilizzando i collegamenti (link). Anche se puoi inviare manualmente i tuoi contenuti a motori di ricerca come Google, avere dei link che rimandano alle tue pagine web significa che i tuoi contenuti verranno sottoposti ad una scansione più regolare e frequente dato il semplice accesso alle informazioni. Le catene di reindirizzamento creano un ostacolo in più ai motori di ricerca nel raggiungimento delle pagine tramite link. Per creare un percorso più breve per i motori di ricerca, sostituisci i collegamenti ipertestuali in modo che ciascun link interno presente sul sito sia collegato direttamente al contenuto desiderato: non lasciarlo al reindirizzamento 301.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare:

  • Pagine con broken links;
  • Numero di collegamenti esterni che riportano al tuo sito o alle tue pagine principali;
  • Numero di collegamenti interni che riportano alle tue pagine principali;
  • Pagine di navigazione di livello superiore a 5 (inteso come numero di click dalla home page);
  • Reindirizzamenti 3XX;
  • Catene di reindirizzamento.
  1. I motori di ricerca possono comprendere i contenuti?

Words describing keyword searches

Una volta che il tuo contenuto è stato scansionato e indicizzato, il prossimo passo verso un buon posizionamento sarà quello di assicurarsi che i motori di ricerca possano interpretare i tuoi contenuti in modo da poterli associare al meglio alle ricerche per parole chiave pertinenti.

Markup sulla pagina  

Il markup sulla pagina include l’aggiunta di tags al tuo contenuto per aiutare i motori di ricerca ad interpretare più facilmente il significato di quest’ultimo.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare:

  • Pagine senza tag nel titolo;
  • Pagine senza meta descrizioni;
  • Pagine senza tag di intestazione H1;
  • Immagini senza attributo alt.

 *Nota: la messaggistica utilizzata all’interno di questi tag, può essere creata o interrotta indipendentemente dal posizionamento in classifica basato sulle parole chiave più importanti per te e la tua strategia. Oltre a implementare i tag in maniera corretta, le considerazioni chiave da fare per l’ottimizzazione delle parole utilizzate all’interno degli on-page tag includono:

  • Avere in mente le parole chiave e comprendere al meglio cosa ci sia dietro la ricercar di queste parole aiutando gli utenti a raggiungere i proprio obiettivi;
  • Ottimizzare i click provenienti dalla SERP e le parole chiave di destinazione attraverso le metriche della Google Search Console.

Bonus: Schema 

Schema.org è stato co-fondato da Google, Microsoft, yahoo e Yandex per standardizzare il markup della pagina web. Aggiungi Schema per consentire ai motori di ricerca di comprendere i tuoi contenuti e presentarli negli snippet sia nella ricerca organica ma anche attraverso i social media.

Se hai in programma di implementare Schema tra le tue pagine, esegui la scansione del tuo sito per verificare: 

  • Tag grafici aperti;
  • Struttura del markup dei dati 
  1. Sei in grado di fornire una buona user experience?

Desktop, mobile, error, speed icons surrounding smiley face indicating positive user experience

Quando il tuo sito web è in grado di fornire una buona esperienza utente, i visitatori hanno maggiore possibilità di percepirlo in maniera positiva. Questo, porta ad aumentare la sua condivisione, il bookmarking e le visite di ritorno. Tutti questi elementi, contribuiscono ovviamente a migliorare la posizione nella classifica di ricerca organica. Considera i seguenti elementi:

Velocità del sito

Oltre all’usabilità dei dispositive mobile, la velocità del sito è probabilmente il fattore della user experience più significativo. Infatti, anche i motori di ricerca la considerano una priorità quando selezionano le pagine da classificare. È vantaggioso misurare la velocità di caricamento direttamente da dispositivi mobile e desktop, sia per l’intero sito che per singola pagina. Questo procedimento è ideale inoltre per cercare la causa di problemi di caricamento (come la dimensione del contenuto in MB) o identificare dove le soluzioni – come GZIP Compression o AMP – non sono state implementate.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare:

  • Velocità mobile;
  • Velocità Desktop;
  • Pagine a lento caricamento;
  • GZIP compression;
  • AMP (accelerated mobile pages);
  • Immagini senza attributi di larghezza/altezza;
  • Immagini più pesanti di 1MB;
  • Pagine con immagini superiori ad 1MB;
  • Pagine HTML più pesanti di 1MB. 

Usabilità da mobile

L’usabilità da dispositivi mobile sta diventando sempre più importante per I motori di ricerca dal momento in cui sempre più utenti utilizzano i dispositivi mobile per cercare contenuti e informazioni online. Google ha infatti deciso di fornire proattivamente risorse per l’ottimizzazione della “mobile experience” attraverso il Mobile-Friendly Test.

Durante il tuo controllo tecnico, assicurati di verificare: 

  • Mobile-friendly
  • Capacità del touchscreen
  • Vista da dispositivo mobile
  • Velocità Mobile

Errori del codice di stato

Gli errori del codice di stato si verificano quando non è possibile trovare una pagina da un determinato collegamento su cui si clicca o da un URL inserito manualmente. Questo, crea ovviamente una user experience negativa dato che l’utente clicca sul link solo per scoprire che la sua richiesta non può essere elaborata. Esistono due tipologie di errore nel codice che incidono solla user experience e sul posizionamento nei motori di ricerca: i 404, ovvero gli errori derivanti da collegamenti interrotti e gli errori 500 ovvero quelli correlati al server e derivanti quindi da un errore interno o da un sovraccarico.

Dai la priorità a questi elementi nel tuo controllo:

  • Errori 404 o broken link
  • Errori del server (codice 500)
  • Codice di stato 404 errato 

Utilizzando i criteri sopra menzionati, potrai creare una checklist SEO che migliorerà posizionamento del tuo sito web una volta per tutte.