Posizionarsi al primo posto nelle SERP di Google ha un impatto importante sul tuo traffico organico: circa il 30% del traffico per una determinata ricerca va al risultato in prima posizione. Inoltre, i risultati organici ricevono ancora il maggior numero di clic e sono ritenuti più affidabili dagli utenti (uno studio suggerisce che i risultati organici ricevono il 94% dei clic e i risultati a pagamento solo il 6%).

Eppure, posizionarsi al primo posto è più quella che riceve il maggior numero di clic. Ciò che ora è davvero importante si chiama “posizione zero” o snippet in primo piano.

Gli snippet in primo piano esistono dal 2013, quando erano noti come “Risposte rapide”. Per la maggior parte, si trattava di riquadri di informazioni provenienti dal database di Google che rispondevano direttamente a una particolare query di ricerca, come questa:

 

Ma (sorpresa!) in questi ultimi anni si sono evoluti molto. Nel 2016 Google ha ufficialmente dato loro il nome di “snippet in primo piano” e da allora il gigante dei motori di ricerca li ha ottimizzati e perfezionati più di una volta.

Secondo Moz, guadagnarsi la posizione zero significa dare ulteriore visibilità al brand nei risultati di ricerca.

Ecco due studi che confermano l'affermazione:

  • Ben Goodsell riferisce l’esempio di una pagina in primo piano la cui Percentuale di clic (CTR) è aumentata dal 2% all'8% una volta inserita in una “answer box”, con entrate generate dal traffico organico in aumento del 677%.
  • Eric Enge evidenzia un aumento del 20-30% del traffico per ConfluentForms.com derivante da uno snippet in primo piano per la query.

Ma prima di approfondire l'importanza degli snippet in primo piano, esaminiamo le nozioni di base.

Che cos'è uno snippet in primo piano?

Uno snippet in primo piano è una risposta diretta a una particolare query di ricerca e viene visualizzato nella “posizione zero”, situata sopra i risultati della ricerca organica nella SERP. Può essere disponibile in diversi formati, inclusi paragrafi, elenchi puntati, elenchi numerati, immagini, grafici, tabelle e grafi della conoscenza.

Assomiglia a questo:

Featured Snippet for What does Siteimprove Do? in Google

Gli snippet in primo piano stanno diventando sempre più comuni. Il 23% di tutte le pagine dei risultati di ricerca ora presenta uno snippet in primo piano, in aumento del 165% dal 2016.

Perché dovrei interessarmi agli snippet in primo piano?

Come puoi vedere, gli snippet in primo piano occupano una parte enorme del patrimonio SERP, proprio nella parte superiore della pagina. Per la SEO di aziende che cercano di migliorare il proprio posizionamento su Google, si tratta di un'opportunità d'oro. Un'analisi ha rilevato che circa il 70% degli snippet in primo piano proveniva dai primi tre risultati di ricerca organici, eppure il 30% proveniva da pagine con ranking inferiore.

Ciò significa che anche i siti Web e le pagine di livello inferiore hanno la possibilità di aumentare la propria visibilità utilizzando gli snippet in primo piano. Ma come lo si può fare? Diamo un'occhiata.

Come ottenere uno snippet in primo piano in sei passaggi

Ecco sei passaggi che puoi seguire per esplorare il territorio degli snippet in primo piano:

  1. Scegli una query di destinazione correlata al tuo settore e che viene richiesta di frequente dagli utenti di Google. Prova a utilizzare uno strumento come Google Trends per scoprire cosa cercano gli utenti.
  2. Scegli che pagina modificare in base al suo attuale posizionamento di Google per la query specifica e all’engagement che genera.
  3. Crea un elenco completo di domande correlate che i tuoi clienti potrebbero porre.
  4. Crea contenuti in forma abbreviata “snippabili”, con un'intestazione che risponda direttamente alla tua query di destinazione.
  5. Amplia i tuoi contenuti. Assicurati che rispondano a tutte le “domande correlate” che hai individuato al punto 3.
  6. Formatta i tuoi contenuti “snippabili” in modo da consentire a Google di trovarli e snipparli facilmente.

Esaminiamo più da vicino i sei passaggi per convincere Google a snippare i tuoi contenuti.

1.   Scegli una query pertinente con un volume di ricerca elevato

È importante scegliere una query altamente pertinente per la tua azienda od organizzazione e per i tuoi clienti. Quali domande pongono? E, cosa più importante, a quali domande può rispondere la tua impresa?

Se la tua azienda fornisce servizi di content marketing ad altre società, potresti provare a immedesimarti in qualcuno che è nuovo nel mondo della SEO e del marketing. Leggono articoli e post che utilizzano termini con cui non hanno familiarità e probabilmente devono cercare su Google le loro definizioni.

Quindi inizia con una breve query di Google per uno di questi termini. Potresti provare ad esempio: “Cos'è il CTR nel marketing?”

Featured snippet result for 'What is CTR in marketing?' in Google

Dopodiché, dai un'occhiata alle domande “Le persone hanno chiesto anche” più in basso.

People also ask results under CTR featured snippet in Google

Adesso è il momento di fare una piccola ricerca. Quale di queste domande ti verrà posta maggiormente dai tuoi clienti? Ecco alcuni modi per scoprirlo:

Individua le opportunità di snippet in primo piano

Per scoprire per quali snippet in primo piano si stanno classificando i tuoi concorrenti, puoi utilizzare Google o uno strumento appositamente creato. Prendi nota dei tuoi obiettivi: dovrai creare contenuti che siano maggiormente ottimizzati per gli snippet in primo piano rispetto a quelli che occupano attualmente la posizione zero.

What is the SEO Score for Siteimprove Featured Snippet result in Google

Scopri idee per i contenuti su Quora, Answer the Public e Reddit

Tutti questi siti contengono domande per le quali le persone hanno bisogno di risposte – usali! Cerca su Quora, Answer the Public o Reddit l'argomento di cui vuoi scrivere. Potrai trovare molte domande che sono già state poste sull'argomento.

2.   Scegli la tua pagina di destinazione

Nota: Nel gennaio del 2020 Google ha annunciato che le pagine Web presenti in uno snippet in primo piano non verranno più riproposte nella prima pagina dei risultati di ricerca organici di Google. Se la tua pagina Web viene selezionata come snippet in primo piano, la politica di Google per evitare contenuti duplicati la sposterà in seconda pagina, o forse più in basso, nella ricerca organica.

È possibile raggiungere la “posizione zero” anche se la tua pagina o il tuo sito non si collocano tra i primi tre risultati di ricerca organici. Tuttavia, il tuo snippet ha maggiori possibilità di essere messo in primo piano se la tua pagina si colloca almeno tra le prime cinque posizioni.

Pertanto, se prevedi di modificare una pagina esistente sul tuo sito, scegline una che sia già posizionata almeno al quinto posto. Se scegli di creare una nuova pagina, dovrai investire del tempo per migliorarne la SEO.

Solo Google conosce esattamente su cosa si basi l’algoritmo per la scelta degli snippet in primo piano. Ad ogni modo, l’engagement potrebbe avere qualcosa a che fare con questo. Un'analisi ha infatti rilevato che i siti con CTR e tempo medio sul sito molto elevati avevano una probabilità più alta di essere scelti, anche se il loro PageRank era basso.

Quindi, quando setacci il tuo sito alla ricerca di pagine che siano mature per lo snipping, assicurati di scegliere pagine che:

  • Si posizionano tra i primi cinque risultati di ricerca organici.
  • Hanno alti livelli di engagement.

3.   Crea un elenco completo di domande correlate

Ricordi l'elenco di domande che hai stilato al punto uno? È giunto il momento di ampliarlo! Crea un elenco il più completo possibile, includendo tutte le domande correlate che i tuoi clienti potrebbero porre.

4.   Creare contenuti "snippabili" che rispondano direttamente alla query di destinazione

Ora è il momento di rispondere alla tua domanda target in modo chiaro, conciso e informativo. Prova a seguire queste linee guida:

  • Pensa alla tua risposta dal punto di vista dei clienti. Quali informazioni stanno cercando?
  • Assicurati che la tua risposta sia chiara, diretta e di facile comprensione.
  • Non dimenticare i risultati della ricerca vocale, dove le risposte brevi e concise sono ottimali.
  • Trova un punto nella tua pagina Web in cui la tua risposta possa adattarsi organicamente. Ricorda, questa risposta non deve costituire l'intero articolo. Ad esempio, se sul blog hai già un post relativo al marketing digitale, potresti voler inserire alcuni contenuti snippabili che definiscono il CTR.
  • Scrivi un titolo conciso per la tua risposta e fai in modo che esso includa le tue parole chiave principali. Ad esempio, “Percentuale di clic (CTR)” o “Come migliorare il CTR”.
  • Se stai cercando di ottenere uno snippet in primo piano in stile paragrafo, puoi scrivere una definizione di 40-50 parole per il termine di ricerca.
  • Se stai cercando di convincere Google a fare lo snippet di una lista, aggiungi una frase di apertura per far sapere a Google che segue un elenco. Utilizza frasi come “segui questi passaggi”, “ecco la ricetta” o “segui queste istruzioni”.
  • Aggiungi diverse immagini di alta qualità alla tua pagina. La maggior parte degli snippet in primo piano include almeno un'immagine.
  • Infine, scrivi un elenco puntato o numerato di passaggi brevi e facili da seguire.

5.   Rispondi alle domande correlate con il tuo contenuto

La tua pagina ha maggiori possibilità di essere snippata se rispondi a molte domande correlate. Inoltre, se Google sceglie una delle tue risposte da mettere in primo piano, le probabilità che le altre risposte sulla pagina vengano messe in primo piano aumentano notevolmente.

Assicurati che la tua pagina risponda a tutte le domande correlate che ti sono venute in mente al punto 3.

6.   Formatta i tuoi contenuti "snippabili" in modo che Google li riconosca

Se desideri che Google prenda nota dei tuoi contenuti e li snippi, è molto importante formattarli correttamente. La codifica consente a Google di sapere se il tuo contenuto risponde a una domanda precisa ed è quindi un buon candidato per uno snippet in primo piano.

  • Assicurati di contrassegnare il titolo con un tag di intestazione H2 o H3.
  • Usa “testo normale” racchiuso tra tag di paragrafo <p> per la frase di apertura.
  • Utilizza i tag “elenco ordinato” <ol> o “elenco non ordinato” <ul> per l'elenco dei passaggi.
  • Ordina i tuoi contenuti in questo modo:
    • Titolo
    • Testo normale
    • Elenco

Includi un'immagine relativa al tuo elenco, tabella, grafico o copia per massimizzare le tue possibilità di essere messo in evidenza.

Come puoi vedere, gli snippet in primo piano rappresentano un'opportunità d'oro per la SEO. Non solo appaiono in alto e al centro, immediatamente visibili all’interno della SERP, ma occupano anche molto spazio. È inoltre possibile raggiungere la posizione zero anche se la tua pagina non si colloca tra i primi tre risultati organici.

Questo tutorial ti aiuterà a “snippare” i tuoi contenuti. Ma se desideri un piccolo aiuto in più per raggiungere la posizione zero di Google, faccelo sapere. Siamo esperti SEO con decenni di esperienza e ci piacerebbe aiutarti!